Le Società

Questa pagina è dedicata alle Società di Padova e Provincia ed ogni mese verrà pubblicato un articolo o un’intervista su una specifica Compagine patavina. Il tutto curato dal nostro Presidentissimo Paolo Bettella.


Cannisti Club Vicenza

5 luglio 2014 - 2:59 pm

Intervista al presidente della società sig. Bortolan Matteo

“Questo mese siamo andati a trovare la C.C. Vicenza, società guidata brillantemente dall’amico Matteo Bortolan! Matteo, ci puoi fare un breve resoconto della Cannisti Club Vicenza, che fino a qualche anno fa risultava affiliata alla Fips di Vicenza!”

“Caro Paolo, la nostra Società nasce nel 1978 in quel di Vicenza, dove rimane affiliata sino al 2001; poi, nel corso del 2002, per motivi agonistici abbiamo deciso di trasferirci e affiliarci alla sezione di Padova. LA C.C. Vicenza, nel corso della sua storia, ha partecipato a tutte alle maggiori manifestazioni agonistiche a squadre ed individuali che si sono succedute: dalla coppa Italia, al vecchio Trofeo Eccellenza, al campionato di A2 sino ad arrivare al Trofeo di Eccellenza Nord. A livello individuale molti dei nostri soci hanno partecipato alle finali del campionato italiano individuale, o hanno partecipato al club azzurro. La Società nel corso della sua vita ha di fatto avuto tre sponsor tecnici importanti: Ignesti, al cui nome siamo stati legati a lungo, Hydra e dal 2011 Maver”

“Raccontaci invece il presente della C.C. Vicenza e i suoi soci!”

“La Società è composta da 24 soci, impegnati nei diversi campionati dall’Elite al trofeo FIPSAS. I soci arrivano dalle provincie di Vicenza, Padova, Venezia e Rovigo. La C.C. Vicenza è retta da un consiglio direttivo composto da 5 membri. La squadra che parteciperà al campionato di Eccellenza Nord è composta da: Furlan Alessandro, Zazzeron Luca (nuovo acquisto), Gherbin Piergiorgio e dal sottoscritto Bortolan Matteo. Due vicentini (Bortolan e Zazzeron) e due padovani (Gherbin e Furlan).
La squadra che disputerà il campionato di A2 è composta da: Gabrele Carlo, De Zuani Sandro, Stecca Alberto e Prevedello Angelo (nuovo acquisto).
L’Eccellenza Nord e l’A2 sono i due campionati di vertice dell’agonismo a squadre. Si tratta di due manifestazioni difficili ed insidiose dove è fondamentale non sbagliare nessuna gara, perché con la formula a 5 con mezzo scarto, l’eventuale passo falso diventa difficile da recuperare e quindi ogni gara è importantissima. In entrambi i campionati l’esperienza conta tantissimo!
Nel campionato regionale Veneto parteciperemo con due squadre composte da: Tacchetto Massimiliano, Sartori Giovanni, Sartori Stefano, Barbato Luigino, Ruffato Simone, Cariolato Renzo, Biancato Diego e Biancato Fabio. Il trofeo Veneto è un campionato a cui la nostra Società tiene in modo particolare visto le 3 vittorie di squadra e le 5 vittorie individuali conseguite sino ad oggi.
Al trofeo FIPSAS parteciperemo con la squadra composta da Stimamiglio Luigi, Bortolan Ariano, Barbieri Gianni e Cazzadore Daniele (nuovo acquisto).
La Società stà cercando di “ringiovanire” l’età media dei propri soci con l’arrivo di alcuni giovani tra i quali: Stimamiglio Luigi, Zazzeron Luca e Cazzadore Daniele”

“Per il secondo anno consecutivo vi siete confermati in Eccellenza Nord. Ci puoi spiegare come preparate questo difficile campionato!?”

“Esserci salvati per il secondo anno consecutivo è motivo di orgoglio e di soddisfazione per la nostra Società. La squadra nel 2010 e nel 2011 era composta da: il sottoscritto, Gabrele Carlo, Furlan Alessandro e Gherbin Piergiorgio. Siamo quattro pescatori diversi, ciascuno con un proprio stile di pesca. Non ci sono segreti particolari nella preparazione delle gare. La cosa fondamentale è essere concentrati, avere la testa sgombra e pensare solamente alla gara. Normalmente si segue un percorso di piccoli passi di avvicinamento alla gara: si va a provare il campo gara, ci si confronta, si partecipa alle gare di preparazione (normalmente la domenica antecedente e al giovedì / venerdì) e poi il sabato si cerca di mettere a punto la cosa. Importante è anche cercare di capire come imposteranno la gara le altre squadre, per poter rendersi conto se l’impostazione data è quella giusta o se si è invece fuori strada. Per quanto riguarda le esche, visto i costi elevati per partecipare al trofeo di Eccellenza Nord, cerchiamo di acquistare il giusto sia per le prove che per le gare evitando sprechi e cercando di riciclare le esche (in particolare il fouilles) avanzate il giorno prima. Normalmente si parte venerdì mattina, si pesca sia alla mattina che al pomeriggio, si pernotta nelle vicinanze al campo gara in modo da essere pronti per fare le ultime prove al sabato mattina. Il pomeriggio del sabato lo dedichiamo per preparare le attrezzature e le lenze che utilizzeremo la domenica, e cerchiamo di essere in albergo / B&B per le 16.00 in modo da riposarci evitando di rimanere (come fanno in molti) sino alle 19.00 sul campo a provare, anche se il nostro socio Furlan è normalmente uno degli ultimi ad andarsene”

“C’è qualche socio, o ex socio, che ha caratterizzato la storia della C.C. Vicenza e che ricordi con piacere!?”

“Di soci ed ex soci che hanno caratterizzato l’attività del nostro sodalizio ce ne sono molti. Tra gli ex soci sicuramente: Sergio Ignesti, Brando Umberto, Rasia Eliano, e tra gli attuali soci Carlo Gabrele. Se devo pensare alla figura che forse ha caratterizzato maggiormente la C.C. Vicenza senza dubbio ti devo dire Sergio Ignesti … tant’è vero che la Società all’epoca si chiamava C.C. Ignesti. Penso che tutti abbiano conosciuto Sergio Ignesti o che comunque tutti sanno cosa ha fatto Sergio nella pesca. Sergio era un pescatore pratico, ma raffinato con un innato senso dell’acqua in grado di capire come pescare sempre un attimo prima degli altri. Sergio è stato forse uno dei precursori delle società moderne: con budget importanti, sponsor tecnico e con una vocazione all’agonismo di vertice”

“Quali sono le prospettive per il 2012!? Oltre alla riconferma in Eccellenza Nord quali obiettivi vi siete posti!?”

“In una Società come la nostra, che partecipa a 4 campionati divers, ovviamente ci devono essere tanti obiettivi: sicuramente la salvezza in Elite, ma ci terrei personalmente ad un bel campionato di A2, dove la squadra possa prendersi qualche bella soddisfazione e possa raggiungere un piazzamento degno del suo valore. I campi gara sono tecnici, peccato per la cancellazione del Fissero, anche se è stato inserito il Canal Bianco – località Le Chiatte campo totalmente nuovo che si affaccia per la prima volta all’agonismo che conta.
Ci aspettiamo anche dei risultati importanti dalle due squadre che parteciperanno al Trofeo Veneto, dove abbiamo degli agonisti che sono un mix tra esperienza e voglia di emergere”

“C’è qualche consiglio che ti senti di dare per cercare di migliorare la qualità dei campionati che andiamo a disputare!?”

“Un suggerimento per migliorare, non tanto un singolo campionato, ma l’intero calendario gare nazionale è quello di disputare tutti i campionati a squadre nella stessa data, in modo tale da liberare qualche domenica e di distribuire in modo uniforme le gare nel corso della stagione. Ti faccio un esempio: per chi partecipa al campionato di Elite e di 1° serie si inizia a pescare il 29 marzo e si pesca ogni week end sino a fine maggio senza un’interruzione. Poi il mese di giugno siamo praticamente fermi, mentre gli altri campionati continuano il loro svolgimento.
Altro suggerimento: per il campionato di Elite e di A2 proporrei di disputare al sabato una gara di prova … tanto di fatto esiste già, solo con il problema che bisogna fare le corse ed arrivare alle 6.00 di mattina per trovare un posto.
Inserirei l’uso del fuilles in almeno una delle prove del campionato di 1° serie”

“Avete qualche campo di gara preferito o qualche tecnica di pesca a voi più congeniale!?”

“Tra i campi gara preferiti dalla nostra Società sicuramente c’è l’Idrovia a Camin, il Brian, ma anche Ostellato. L’Idrovia ha dato moltissime soddisfazioni alla C.C. Vicenza ed inoltre è stato ed è una palestra d’allenamento fondamentale per la pesca alle breme. L’Idrovia è stato forse il primo campo gara italiano dove la breme è stata vincente e quindi ci ha permesso di affinare la nostra tecnica e di mettere a punto le pasture e le terre per questo ciprinide. Il Brian è un campo che frequentiamo molto ad inizio stagione, molto divertente e tecnico, uno dei pochi, se non l’unico dove la pesca inglese la fa da padrona. Ostellato è un campo dove abbiamo sempre fatto bene proprio perché la pesca alla breme è ben conosciuta da tutti i nostri soci”

“Un’ultima domanda te la pongo sulla nostra Società. Come vedi da fuori la Pescatori Padovani!?”

“La Pescatori Padovani fa parte del panorama dell’agonismo che conta da molti anni. Il vostro fiore all’occhiello è il settore giovanile con un vivaio che propone da molti anni giovani interessanti. La Società ha dato molto al movimento sia a livello provinciale, che regionale e nazionale. L’organizzazione delle manifestazioni da parte della Pescatori Padovani è sempre sinonimo di garanzia ed efficienza. Un esempio da seguire a cui ispirarsi”

“Con questo abbiamo concluso! Ti ringrazio per il tempo a noi dedicato e un saluto a tutti gli amici della Cannisti Club Vicenza!”

“Grazie mille a te Paolo, per averci dedicato questo piccolo spazio. Un in bocca al lupo a tutti, ci vediamo presto lungo i campi di gara per una nuova ed entusiasmante stagione!”

Paolo Bettella


A.S.D IGEA TIEPOLO

5 luglio 2014 - 9:53 am

Intervista al presidente della società sig. MARIO ORLANDO

“La prima Società che siamo andati a trovare è quella dell’amico Mario Orlando, l’Igea Tiepolo! Per prima cosa ci puoi fare un breve resoconto di quella che è tra le Società più anziane affiliate alla Fipsas di Padova!”

“Per prima cosa volevo ringraziarvi per averci interpellato; noi siamo affiliati alla Fipsas di Padova dal lontano gennaio del 1969, ma originariamente la società si chiamava APONESE e purtroppo non sono in grado di dare alcuna notizia dell’epoca  poiché non c’ero e soprattutto non abbiamo più nessun socio da allora”

 

“Un resoconto invece sull’Igea attuale e i suoi soci!?”

“La nostra Società è composta da 20 soci, anagraficamente parlando siamo tutti un pò vecchiotelli, così come altre realtà della pesca padovana e non solo, ma dentro di noi abbiamo la freschezza e la volontà sportiva dei ventenni. Analizzando i nostri soci noi siamo tutti fratelli, certamente alcuni, ed esattamente sette, sono nel consiglio direttivo. Il nostro motto è “tutti per uno – uno per tutti”; questo ci porta ad essere una squadra molto unita e non ci fa temere che qualcuno possa pensare al cambio di Società. Ogni socio ha impegni precisi, cercando di non sfigurare nei confronti dei compagni e nei confronti delle altre Società”

“Ci puoi descrivere le varie classifiche che fate ogni anno all’interno della vostra Società?”

“Abbiamo certamente dovuto scegliere tra i vari campionati e,  proprio per dare ragione ad una classifica in base ai risultati ottenuti, cercando di dare l’immagine che agonisticamente pensiamo di meritarci, la nostra scelta è stata: Trofeo Fipsas, Trofeo Amicizia, Campionato Provinciale. Da queste quattordici prove, contando su tre scarti, ne fuoriesce la nostra classifica Extrasociale. Per la classifica sociale le gare sono quattro, con uno scarto. Abbiamo ancora il Trofeo Tiepolo, nostro socio ed anche nostro sostenitore; questo viene svolto in una unica prova, ed il vincitore è il più fortunato nel maggiore peso della giornata!”

“Quest’anno è arrivato un importante successo: avete vinto, dopo tanti anni, il trofeo Fipsas di Padova. Ci puoi spiegare il vostro segreto per questa meritata vittoria?”

“Come ogni anno, da quando pratichiamo la pesca, ognuno di noi ha sempre cercato di migliorarsi, con la buona volontà di se stesso e con qualche suggerimento sullo svolgimento della competizione, discussione di ogni riunione nel venerdì antecedente la gara. Questo, aggiunto, come per tutti, ad una buona dose di fortuna, ha portato alla nostra vittoria. Certamente non dimentico chi più di altri si reca in prova sul campo gara per istruirci nell’esecuzione della stessa, oltre al merito di chi consiglia di aggiustare la pastura con le aggiunte di questo o quello, ma ricordiamoci il nostro moto “ tutti per uno – uno per tutti “ . Per noi non ha vinto una quadra, ha vinto l’Igea Tiepolo”

“Quale socio, o ex, ha caratterizzato l’attività della vostra Società e per quale motivo?”

“Parecchi sono i soci che hanno dato vita e lustro all’Igea e non sono più con noi. A nominarli tutti mi vengono i brividi; cito solo l’ultimo. Nell’ anno 2011 si è staccato contro la sua volontà uno dei soci più disponibili, nonché socio fondatore della nostra Società, il sig. Camani Gino, attualmente in ospedale ed impossibilitato anche nel potersi muovere. Nel nostro cuore e nella nostra mente egli sarà sempre con noi. Ha gareggiato ininterrottamente fino a luglio 2011, perciò una parte della vittoria del Trofeo Fipsas e anche sua. GRAZIE GINO!
Altro socio da citare ad esempio è  il sig. Granaglia Alfredo. Questi ha partecipato con onore ai Campionati Mondiali di pesca dei “ Diversamente Abili “ nell’anno 2005 in Repubblica Ceca, nell’anno 2006 in Portogallo, nel 2007 in Belgio, Meeting in Germania/Berlino nel 2007, nel 2008 in Germania/Berlino, nel 2009 Portogallo, riportando i seguenti risultati: 3° classificato nel 2006,
4° nel 2007, 3° nel 2008. Campione Italiano di Categoria nel 2009, 4° classificato nel 2010”

“Quali sono le prospettive per l’anno prossimo? Salirete di categoria o rimarrete nel campionato di serie C? E quali altri impegni vi sentite di prendere?”

“Nelle nostre riunioni, soprattutto nel rinnovo del consiglio direttivo 2012/2013, la decisione che abbiamo preso è di restare nei nostri campionati locali, con una variante: partecipiamo per la prima volta alla Coppa Italia, grosso impegno, che cercheremo di svolgerlo nel migliore modo possibile!”

“La vostra festa sociale, nell’ultima domenica di novembre, è un evento molto importante per voi! Che importanza riveste all’interno della vita sociale tale evento?”

“La nostra festa sociale si svolge sempre l’ultima domenica di novembre. Questa festa per noi soci ed amici simpatizzanti, ricopre un grande evento, nello svolgimento della stessa abbiamo le nostre premiazioni della classifica sociale ed extra sociale. Ogni anno cerchiamo di premiare anche scherzosamente qualche socio che, per vari motivi, si è distinto. L’orgoglio e l’impegno che tutti noi mettiamo nella preparazione della festa, non è quantificabile, ma ciò che ci ripaga è la presenza costante di circa 300 persone ( familiari – parenti ed amici di ognuno di noi soci ).
Certamente vista l’occasione di queste righe, colgo l’occasione per ringraziare tutti. Dimenticavo, tra i presenti, ogni anno, abbiamo rappresentanze di varie società di Padova e non: Cannisti Club Patavium di Padova, Albatros di Mestrino, Monselicensi di Monselice, Lenza Club Padova di Padova, Crad Galileo di Battaglia Terme, Trota Sport Furlan di Abano Terme, Lenza Emiliana di Modena, Pescatori Padovani di Padova, Team Nord Est di Battaglia Terme e L’Amo Cortese di Piove di Sacco”

“Come vedi i rapporti della vostra Società con il mondo dei media, enti, comuni ed infine la federazione locale, regionale e nazionale?”

“Con il mondo dei media e con i vari enti noi non abbiamo rapporti! Con il nostro comune, quello di Abano Terme, abbiamo un rapporto sincero da entrambe le parti ed in caso di necessità abbiamo sempre trovato una soluzione. Con la Federazione locale da più anni esiste, grazie anche agli appartenenti ai lavori, un rapporto splendido, di chiarezza, disponibilità in qualsiasi contesto; colgo anche qui l’occasione per ringraziare pubblicamente il presidente sig. GALANTI GROLLO FRANCESCO, e l’instancabile sig. BARISON LIVIO uomo di federazione ( perciò tutti suoi associati ) Dobbiamo ammirare e sperare nella sua continuità di lavoro!”

“Ci puoi descrivere come vedi la nostra federazione locale, quali suggerimenti puoi darci per migliorare tale rapporto?”

“Come già dichiarato precedentemente per il nostro vedere la federazione di Padova sta svolgendo un lavoro meraviglioso, ci auguriamo continui e che nulla possa far cambiare questa situazione.”

“Un’ultima domanda te la pongo sulla nostra Società. Come vedi da fuori la Pescatori Padovani!?”

“Come posso non pensare bene di una Società come la vostra, ammirevole per l’impegno con l’attività locale, regionale, e nazionale. Vorrei capire come potete e con quale sacrificio di tempo e denaro portate avanti tanto impegno; denaro certamente con intelligenza dai vostri bilanci, ma il tempo con rinuncia della vostra libertà e con sacrificio delle vostre famiglie. Certamente siete una delle rare società invidiate da tutti per i giovani che avete in organico ed anche per i piazzamenti che gli stessi, con grande profitto, vi riportano dai loro campionati. Volutamente non voglio menzionare nessuno, poiché con il nostro modo di vedere la volontà ed il sacrificio di tutti la risposta e solo una: AMMIREVOLI, BRAVISSIMI!”

“Con questo abbiamo concluso! Ti ringrazio per il tempo a noi dedicato e un saluto a tutti gli amici dell’Igea Tiepolo!”

“Grazie a voi Paolo. Spero con queste righe di non avere dimenticato niente e nessuno e vi ringrazio di questa graditissima occasione nell’entrare, come prima Società patavina, nel vostro sito! Vi auguro grandi risultati per tutti i campionati da voi seguiti ed, a chiunque legga queste righe,  UN GROSSO IN BOCCA AL LUPO da Mario Orlando, Il presidente della A.S.D. IGEA TIEPOLO di Abano Terme”

Paolo Bettella


Informativa breve
Questo sito utilizza cookie, solo di tipo tecnico e non di terze parti, per migliorare servizi ed esperienza degli utenti. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato il loro utilizzo.
© Pescatori Padovani 2015 - Credits - Cookies Policy