La Brenta

5 Luglio 2014 - 3:07 pm

“Eccoci con Mauro Berto, Presidente della Società Brenta. Dacci qualche notizia sulla vostra Società!”

“La nostra Società ha festeggiato i 50anni di fondazione lo scorso anno assieme agli amici di Bologna della Pippo Bozzani che, nel lontano 1961, hanno aiutato il primo Presidente, Mario Morosin, a fondare la Brenta. Io ho l’onore di esserne Presidente da quattro anni, dopo esserne stato il vice per diverso tempo. Sono stato chiamato a sostituire Enzo Bettin, da tutti considerato il vero e proprio PRESIDENTE!”

La Brenta nel 2010

“Che tipo di Società è la Brenta?”

“La nostra è considerata dai soci una Società in primo luogo di amici, tanto da vivere spesso assieme momenti di grande convivialità; pensa che ogni anno riusciamo ad organizzare una gita pseudo culturale,alla quale partecipano anche tutti i nostri cari. Di questo bisogna rendere grande merito al nostro storico segretario Claudio Ghion che, oltre ad essere bravo nel suo ruolo, è un grande uomo sempre attento al sociale con numerose iniziative, anche benefiche. La Brenta è una Società che unisce l’esperienza di persone di una certa età, alla vitalità dei giovani; pensa che una delle gare più sentite è propria quella che si svolge con i giovani opposti agli”anziani”. Naturalmente tutto finisce con un grande pranzo, offerto dal segretario, e con sfottò a non finire verso i perdenti!”

“Ci puoi spiegare come la tua Società vive e prepara le manifestazioni, sia a livello Nazionale che Provinciale”

“Noi ci riuniamo tutti i venerdì presso la nostra sede ed è li che si discute sul come impostare le gare. Fino allo scorso anno ci lamentavamo di non avere in squadra un uomo di grande esperienza, ma, da quest’anno, con l’arrivo di Franco Bortoletto speriamo di riuscire ad interpretare al meglio le gare”

La Brenta del 1994

“Quali sono le maggiori soddisfazioni raccolte dalla Brenta in questi anni?”

“Siamo una Società che non è mai riuscita ad esplodere in quanto a risultati; tuttavia qualche soddisfazione ce la siamo tolta, tipo la vittoria di un Provinciale a box, un Provinciale a coppie un paio d’anni fa, qualche vittoria finale nel Campionato Provinciale di Seconda Serie ed il rientro quasi sistematico tra le prime sei nel Trofeo di Serie C. Abbiamo ottenuto tre promozioni in A2 e da un po di anni riusciamo ad avere un paio di squadre nel Trofeo di Serie B”

“Quali sono le prospettive per questa stagione iniziata da poco?”

“Quest’anno avremmo 4 o 5 squadre in Serie C, 2 in Serie B. Questo vuol dire più di 20 pescatori in attività e, orgoglio di tutti, una delle squadre che parteciperà alla serie C sarà interamente composta da ragazzi sotto i sedici anni!”

Foto srorica della Brenta con alcuni Trofei vinti

“Siete una Società molto impegnata nel settore giovanile; ci puoi spiegare come vivete e programmate questa attività”

“Come sai abbiamo sempre avuto un settore giovanile ben fornito. La nostra fortuna è che i ragazzi sono tutti figli di nostri soci e quindi sono seguiti direttamente dai genitori, in genere buoni pescatori. In caso di necessità c’è sempre qualcuno disponibile a seguire questi ragazzi durante le competizioni. Come società cerchiamo sempre di stimolare i giovani e si cerca di aiutarli anche economicamente quando ci sono spese da sostenere per partecipare a competizioni importanti, quali Campionati Italiani o Club Azzurro. Il grosso cruccio, mio e dei nostri soci, è che spesso, quando questi ragazzi sono pronti per salire di livello, se ne vanno in Società che hanno più possibilità economiche ed ambizioni agonistiche rispetto a noi”

“Quali sono le difficoltà maggiori nel portare avanti l’attività della tua Società?”

“La Brenta vive con soldi provenienti perlopiù da autofinanziamenti. Abbiamo come sponsor tecnico Milo che, per fortuna, ci passa almeno la pastura. Quindi tutto quello che si spende esce dalle nostre tasche e queste sono le difficoltà maggiori!”

“Quali sono i campi di gara preferiti dalla vostra Società e le tipologie di pesca in cui vi sentite più sicuri?”

“Per quanto riguarda i campi gara direi che solitamente riusciamo a fare una buona figura in Idrovia. Ultimamente abbiamo avuto buoni risultati anche in Canale delle Regate e sul Canale Battaglia, quindi come tecnica direi che ce la caviamo con la roubasienne. Ai nostri vecchi piange ancora il cuore per la quasi scomparsa della pesca all’alborella, tecnica in cui all’epoca, mi raccontano, fossero veramente forti”

“Infine, una considerazione sulla Pescatori Padovani!”

“La Pescatori Padovani è considerata da me come un esempio. Una grande Società che ha raggiunto traguardi magnifici, sia in campo sportivo che organizzativo. Sportivamente siete invidiati da tutti”

“Grazie per la disponibilità Mauro, e un grosso in bocca al lupo a tutta la Brenta!”

“Grazie a te Paolo per aver dedicato a noi questo spazio”

Paolo Bettella

LASCIA UN COMMENTO

Altri articoli in "Societa"

Campionato Provinciale MASTER -2017

20 Giugno 2017 - 7:36 pm | nessun commento

Si è svolta sabato 17 giugno la 3^ prova del Campionato Provinciale MASTER. Campo di gara per questa ultima prova è […]

Festa sociale

29 Aprile 2017 - 10:53 am | nessun commento

Lunedì di Pasquetta per la Pescatori Padovani è stato un giorno di festa. Come di consueto si è trascorsa la […]

Cannisti Club Patavium

5 Luglio 2014 - 3:24 pm | nessun commento

“Eccoci con Vincenzo De Marco, Presidente della Società Cannisti Club Patavium storica società di Padova che ha fatto un po’ […]
Informativa breve
Questo sito utilizza cookie, solo di tipo tecnico e non di terze parti, per migliorare servizi ed esperienza degli utenti. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato il loro utilizzo.
© Pescatori Padovani 2015 - Credits - Cookies Policy